Montopoli di Sabina

Sito Web
http://www.montopoli.org
Montopoli
Montopoli

Come arrivare

  • con i mezzi pubblici: scendere alla stazione Fara Sabina-Montelibretti della linea FL1 Fiumicino-Orte e prendere la coincidenza con l'autobus COTRAL. . Si consiglia di consultare il sito per gli orari aggiornati delle corse www.cotralspa.it
  • con l'automobile, uscire all'uscita Fiano Romano dell’autostrada A1 e prendere la bretella in direzione Rieti. Giunti al semaforo sulla Salaria, girare a sinistra e poi prendere alla rotatoria la SS 313, poi seguire le indicazioni per Montopoli

Numeri utili

Comune: 0765 27611

Farmacia: Dr. Del Bufalo Sabina, Via Roma 33 tel: 0765 279055

Ufficio postale: Via Roma, 33/35  tel: 0765 279668

e Bocchignano via del Borgo 17 tel: 0765 441208

Cenni storici

Il nome sembra derivi da Mons Pollionis, che si modifica con il tempo in Mons Operis per l’operosità dei suoi abitanti e poi in Montis Opuli per la ricchezza della sua terra. La leggenda racconta che qui nacque uno dei Re di Roma Numa Pompilio. Reperti di archeologia e tracce di storia fanno risalire comunque l'origine del paese all'epoca di Augusto: sembra si trovasse qui la villa del celebre letterato generale romano Caio Asinio Pollione. Oggi a distanza di duemila anni si possono notare tracce della vecchia centuriazione romana del territorio e, in alcuni casi, le quadrettature di cinquanta jugeri (lo jugero era la quantità di terra che uno schiavo con due buoi doveva arare in un giorno, circa un quarto di ettaro). La storia narra che Montopoli passasse intorno al Mille sotto il dominio dell'Abbazia di Farfa e da allora in poi risenti di tutti gli avvenimenti che riguardarono la celebre Abbazia. Nel 1243 per ordine del Papa Gregorio IX fu saccheggiata e distrutta. Fu quindi prima borgo medioevale e poi elevato a comune. Dopo la ricostruzione cominciò il periodo della Signoria prima sotto i Colonna poi di nuovo sotto il dominio di Farfa. Per un breve periodo fu anche dimora degli abati Arnaldo e Nicolò XI. Montopoli passò agli Orsini ed ai Felici. Fu questo un periodo di fervore e di iniziative.

Curiosità

Gli abitanti di Montopoli di Sabina hanno il soprannome di Corsari. Per molto tempo gli abitanti si sono interrogati sull'origine di questo soprannome che quasi automaticamente ci riporta al tempo dei Corsari, della pirateria e delle battaglie navali. Ma questa spiegazione sembra troppo affrettata vista la distanza del paese dal mare e le tradizioni legate all’ambiente agricolo.

Il lavoro di ricerca documentale ha spiegato il mistero: "...fu la popolazione di Mons Operis (Montopoli n.d.a) che, come è tradizione, aveva uomini in natura armigeri e forti e provveduti tutti di cani corsi per la difesa propria e delle campagne, tanto che venivano soprannominati corsari".

Cosa vedere

Posta sulla cresta della collina, Montopoli vanta magnifici panorami sulla celebre Abbazia di Farfa e l'omonimo fiume, il Monte Tancia e i monti Umbro Sabini. L'entrata al paese avviene dalla rinascimentale Porta Romana con il prospiciente Palazzo Orsini. La Chiesa di S. Maria degli Angeli conserva affreschi databili intorno alla metà del XVII sec., oltre a  decorazioni in stucco di chiara derivazione barocca. La Chiesa di Santa Maria della Grazie, edificio seicentesco di particolare interesse, vanta una Madonna in trono con bambino realizzata da Andrea Bacciomei. L'antica Chiesa di San Michele Arcangelo presenta un bel campanile che domina l'abitato sottostante. Da non perdere la piazzetta Montecavallo e lo strettissimo passaggio che conduce sulla piazza Campo di Fiori chiamato Vicolo baciadonne. Gli archi con sopra abitazioni e i portali medievali sono altre interessanti caratteristiche del paese. La Piazza Comunale contiene al centro una fontana ottagonale di pregevole fattura. Nel punto opposto del paese si può ammirare l'edificio più antico: la Torre Ugonesca, struttura a pianta quadrata costruita intorno all'anno Mille, che attualmente ospita il Modern Automata Museum nonché la Pinacoteca Comunale. Infine le ville romane: i Casoni, Villa degli Emili, Grottoni, Torrette e altre aree archeologiche di minore rilevanza si possono ritrovare sull'intero territorio.

 

Bocchignano

Situato su una collina opposta a Montopoli, alla confluenza di tre torrenti e con le sue tre cinte murarie, l'antico castrum di Bocchignano (Castello di Bucciniano) è uno dei più antichi Castelli della Sabina. Molto probabilmente i primi a fortificare lo sperone di roccia furono i Romani, i quali vi insediarono un loro accampamento. Tale ipotesi sarebbe confermata dalle tre incisioni visibili nella piazza antistante il ponte levatoio che rappresentano il gioco del filetto (apprezzato dai militari romani durante i turni di guardia). Nel 1600 la rocca fu adibita ai servizi e a Piazza d'Armi dove si svolgevano le esercitazioni militari. Imperdibile è la visita al suggestivo borgo medievale e alla Chiesa di San Giovanni Evangelista, con torre campanaria romanica, ove si conservano opere di scuola bolognese e romana. In fondo a via del Paradiso, sul lato sinistro di quella incisione torrentizia denominata Fosso Scuro, vi è una piccola cavità denominata Grotta della Santaccia, ossia della maga o della strega. L'interno della grotta offre un affascinante spettacolo di stalattiti e stalagmiti e a metà di essa sorge una struttura formata da materiale di sedimentazione sulla quale sembra si praticasse il culto della dea Turan, la Venere dei Sabini e degli Etruschi. Alla Grotta, ormai non più accessibile, è legata una leggenda ancora viva nelle campagne sabine: quella del diabolico serpente chiamato "u Regulu", il Regolo.

Itinerari naturalistici

  • Riserva Nazzano-Tevere Farfa, ricadente nei comuni di Nazzano, Torrita Tiberina e Montopoli di Sabina, ove è possibile effettuare gite in battelli ecologici sul Tevere, oltre alle consuete passeggiate lungo il fiume con aree attrezzate.
  • Fiume Farfa, possibilità di fare il bagno nelle acque in località Granica

 

Piste ciclabili

  • Pista ciclabile Torrente Farfa: da via Granica a via Caprareccia lungo il torrente Farfa (3 Km)

Maneggi e percorsi a cavallo

  • Piedimonte Equitazione Western, via Piedimonte loc. Bocchignano – Tel: 377 4840192, 328 245206
  • Agriturismo Rodeo, Via Caprareccia 6 Montopoli – Tel: 0765 279230 - www.agriturismorodeo.it

 

Prodotti tipici

  • Olio Extra Vergine d'Oliva
  • Vino
  • Miele